Anche i motori di ricerca sono ciechi


 16 Agosto 2017 Auteur: Thinh-Lay Bossart

Di ottici ce ne sono tantissimi. Eppure la scelta di un ottico è tutta una questione di fiducia. Se non si è ancora trovato il proprio negozio di fiducia né si sono ricevuti consigli da amici, il miglior ottico dista solo pochi clic e una ricerca sul web.

Per poter raggiungere ancora meglio questi potenziali clienti, i risultati devono possibilmente apparire in cima alla classifica. Infatti, i risultati che non si trovano nella prima pagina perdono di rilevanza per chi cerca. Cercando su Google il termine «ottico», si ottengono 14 milioni di risultati. 

Posizionamento eccellente nei risultati locali

I negozi specializzati più grandi e più noti si trovano tra i risultati principali. Ma all’utente, probabilmente, non interessano gli ottici presenti su tutto il territorio svizzero. Per circoscrivere la ricerca, immetterà come termine anche può essere utile integrare il termine di ricerca con il luogo. Un abitante di Kloten cercherà perciò «ottico Kloten» ed ecco cosa  troverà: che la Kriesi Optik AG, che appare sia come impresa locale sulla mappa, nonché che come primo risultato.

Questo eccellente posizionamento non è un caso. La Kriesi Optik AG ha, infatti, realizzato il suo sito in collaborazione con localsearch, che in qualità di maggiore produttore di siti web in Svizzera, è in grado di adattare i contenuti alle esigenze di ogni singolo cliente. Inoltre,  i siti web creati sono ottimizzati per i motori di ricerca e per la visualizzazione su dispositivi mobili.

Informazioni nella sorgente

Esistono varie soluzioni out of the box per fare pubblicità con vantaggi simili. Una breve analisi del sito web kriesi-optik-klosten.ch conferma l’esecuzione perfetta di localsearch. Con lo strumento di sviluppo di Google è possibile verificare se un sito web è ottimizzato per i dispositivi mobili. Il risultato del test di Google: «Fantastico! Questa pagina è ottimizzata per i dispositivi mobili.»

Il sito web di Kriesi Optik offre anche tutto ciò che facilita la comprensione dei contenuti ai motori di ricerca.

I titoli non sono solo evidenziati graficamente ma anche contrassegnati correttamente come heading nella sorgente.

Ai termini presenti nel titolo del browser, nei metadati o nelle heading, i motori di ricerca attribuiscono maggiore importanza. Lì vanno inserite le parole chiave, che meglio descrivono l’azienda. Nel caso di Kriesi Optik si menzionano «termini quali occhiali, lenti a contatto e Kloten.»

Ecco perché l’ottimizzazione per i motori di ricerca è così importante

C’è un motivo se gli elementi non vanno evidenziati solo graficamente: i motori di ricerca sono ciechi. Riescono a leggere solo le informazioni presenti nel testo sorgente.

Per questo, i siti web ottimizzati per motori di ricerca sono meglio utilizzabili anche da persone disabili. L’assenza di barriere sul web richiede la netta separazione tra contenuto e layout. Grazie a tale separazione, il contenuto diventa leggibile e comprensibile per i motori di ricerca. Sia per motori di ricerca che per altri strumenti tecnologici ausiliari, come screen reader per ipovedenti.

3 consigli per ottimizzare il vostro sito web

  1. I testi alternativi, oppure le descrizioni delle immagini, vanno redatte nel modo più dettagliato possibile. Consigliamo di descrivere con esattezza cosa raffigurano le immagini, evitando ridondanze e ripetizioni.
  2. Spesso e volentieri si sottovaluta il testo nella meta descrizione. Infatti, i motori di ricerca riportano anche questo testo nella pagina dei risultati. Consigliamo di integrare un testo con un concreto invito ad agire, perché è proprio questo che permette all’offerente di differenziarsi dagli altri risultati.
  3. Offrire la possibilità di fissare appuntamenti online, è un’ulteriore opzione per conquistare nuovi clienti. localsearch propone una rispettiva soluzione.