I droni portano la manna dal cielo

 

6 Dicembre 2016 Autore: Dimitri Burkhard

Fino a qualche tempo fa, la consegna di merci tramite droni era considerata una visione, e l’idea veniva spesso derisa. Oggi, invece, ci troviamo nel pieno della fase di transizione dalla teoria alla prassi. Già a breve, infatti, i droni e i robot di consegna entreranno a far parte della nostra vita reale, caratterizzando anche il nostro quotidiano.

Negli ultimi anni, le abitudini d‘acquisto dei consumatori sono fortemente mutate. Oggi, infatti, sempre più spesso si acquista online, a tutte le ore del giorno e della notte. E gli shop, di solito, forniscono la merce entro 24 ore. Diversi offerenti, nelle loro pubblicità, promettono persino una consegna il giorno stesso, se l’ordinazione viene effettuata per tempo. Ma se un camion di 18 tonnellate circola per Berna o Zurigo, per poter recapitare a un cliente uno smartphone che pesa soli 280 grammi, la domanda sorge spontanea: ha senso tutto ciò? E la risposta è ovvia...

Le strade intasate nei centri città frenano le grandi aspettative dei clienti in merito ai tempi di consegna. Numerose aziende logistiche sono così alla ricerca di soluzioni di distribuzione innovative, con il sostegno di droni e robot di consegna di ogni tipo.

Test in corso – anche in Svizzera

Ormai non si tratta più di pure fantasie lontane dalla realtà. Anzi, ci troviamo già in piena fase di sviluppo di nuovi concetti logistici. Quest’estate, le autorità britanniche hanno autorizzato il gigante commerciale Amazon a testare la consegna di pacchetti tramite drone. Già dalla fine del 2013, lavora alla consegna entro mezz’ora con l’aiuto di droni per la merce che pesa circa 2 chilogrammi. E solo di recente, una catena di fast food americana ha consegnato una pizza tramite drone. Ma anche in Svizzera si stanno effettuando dei test.

La Posta Svizzera sta, infatti, testando dei piccoli robot di consegna, in grado di recapitare autonomamente dei pacchetti ai loro destinatari. La posta esegue questa fase test in collaborazione con un'azienda logistica di una società di commercio del settore farmaceutico, che rifornisce i pazienti colpiti da patologie croniche o altre gravi malattie e hanno regolarmente bisogno di medicinali a domicilio.

Il robot serve la colazione in albergo

Un impiego ancora poco considerato per i droni o i robot per pacchetti è quello negli edifici. Le imprese estese su grandi superfici sono spazi d‘impiego predestinati per i droni.

I robot per pacchetti, invece, prestano preziosi servizi soprattutto all’interno degli stabili, come per esempio negli alberghi, negli ospedali oppure nei vasti centri logistici.

Contrariamente al robot per pacchetti già in uso, la nuova generazione propone ulteriori possibilità per consegne individuali. Tra non molto, in albergo, la colazione verrà servita in camera da uno di questi aiutanti, e la distribuzione di medicinali partendo dalla farmacia ospedaliera centrale sarà nettamente semplificata.